Signa-Tau Calcio, l’analisi di mister Cristiani

Secondo te quella contro il Signa è stata la partita giocata meglio dal Tau fino a questo punto?

A mio avviso sì. Un’altra partita difficile è stata quella contro il River Pieve, ma è stato un match dove i ragazzi hanno messo in campo grande carattere e determinazione, dimostrando di potersi adattare anche a partite più fisiche. Quella di domenica contro il Signa, invece, è stata una partita giocata da squadra matura e consapevole, contro un avversario che, a mio avviso, è il più forte che abbiamo incontrato fino ad ora. Non abbiamo sbagliato l’approccio e siamo stati bravi a leggere bene tutte le situazioni nell’arco dei 95 minuti. Faccio i complimenti ai ragazzi e anche agli avversari perchè hanno dato vita a uno spettacolo che difficilmente si vede in questa categoria.

Questa squadra riesce a leggere bene ogni momento della partita. Sa quando rallentare i ritmi e quando alzarli per fare male all’avversario. E’ questo il vero valore aggiunto del Tau?

Sì, devo dire che anche gli anni passati avevo un gruppo di ragazzi molto forti ma mancava sempre questo aspetto. Il saper gestire i momenti della partita, che è una cosa che non si può insegnare, dipende tutto dall’intelligenza calcistica dei giocatori che hai a disposizione e devo dire che i ragazzi lo stanno facendo molto bene. Ho rivisto la partita e gli ultimi 20 minuti, quando eravamo sul doppio vantaggio, abbiamo gestito la partita in maniera ottima, senza rischiare niente, contro una squadra che, ci tengo a ripeterlo, è molto organizzata e ha valori importanti.

Tu e l’allenatore del Signa siete fratelli. Cosa vi siete detti nel post-partita?

Ci siamo confrontati come ogni domenica. Io gli ho fatto i complimenti, perchè conosco lui e il suo modo di allenare ma onestamente non mi aspettavo di trovarmi davanti una squadra così organizzata, fisica e allo stesso tempo tecnica. Lui mi ha detto che a suo avviso il Tau è la squadra più forte e questo mi fa molto piacere, poi dobbiamo dimostrarlo sul campo partita dopo partita.

Leave a comment