Nuovo Centro Sportivo di Badia Pozzeveri

Crediamo che lo sviluppo e la crescita dell’impianto di Badia Pozzeveri rappresenti meglio di qualunque altra considerazione la crescita della nostra Società che quest’anno ha festeggiato il trentennale della nascita.

Il TAU CALCIO di oggi che è l’orgoglio di questa città è nato sui campi sterrati di questa piccola frazione di ALTOPASCIO.

Dentro questa storia c’è l’impegno e la passione di tante persone, che non hanno mai ceduto alle difficoltà che in questi anni ci sono state, ma c’è anche la storia di molte altre persone, alcune delle quali oggi purtroppo non ci sono più e che non rammentiamo per il timore di dimenticarne qualcuna, ma che sono state determinanti nella costruzione di quella che oggi è considerata in tutt’Italia un esempio da seguire.

Oggi la città di Altopascio ha a disposizione un vero e proprio CENTRO SPORTIVO, invidiato anche da molte società professioniste della Toscana.

La nostra storia è quella anche di molte altre realtà, e dimostra quanto siano importanti le società sportive nella nascita e nello sviluppo degli impianti, che negli anni rimarranno a disposizione delle città; ci auguriamo che di questo ci si renda conto a tutti i livelli.

Oggi i lavori all’impianto di Badia sono in fase di completamento; sono stati realizzati numerosi interventi di adeguamento, miglioramento e valorizzazione delle strutture.

Oggi il Centro offre ai propri tesserati e a tutti i fruitori di quest’area 1 campo a 11 in erba artificiale di ultima generazione, 2 campi a 5 e 1 a 7 in sintetico.

Tali opere sono state effettuate di concerto con l’Amministrazione Comunale, che è intervenuta con risorse proprie attraverso la realizzazione di nuovi locali adibiti a spogliatoio.

La società si può definire momentaneamente soddisfatta del traguardo conseguito; Tuttavia restano da programmare gli ultimi interventi connessi all’efficientamento energetico dei locali, alla massimizzazione della potenza della centrale termica e all’asfaltatura delle vie di accesso all’impianto.”

Leave a comment