Poker d’assi

Un fine settimana ricco di soddisfazioni il primo week-end di Febbraio per le nostre squadre del settore agonistico, nell’attesa dell’inizio dei campionati Esordienti e Pulcini ecco il punto della situazione:

Allievi Elite : Una vittoria larga ed agevole contro i livornesi dell’Antignano consente alla truppa di Mr. Bartalucci di dimenticare subito il pareggio della settimana scorsa in quel di Sesto Fiorentino e di proseguire a passo spedito la marcia in testa alla classifica. Ormai pare delineata la lotta a tre per la vittoria finale con i nostri ragazzi a fare da lepre e Cattolica e Scandicci a rincorrere. Saranno probabilmente gli scontri diretti a fare la differenza, ma i nostri ragazzi sono pronti a difendere il primato facendo leva sulle qualità importanti che hanno messo in mostra in tutta la stagione.

Allievi B Elite : Da quando è stato istituito questo campionato ogni edizione ha regalato spettacolo con più di una squadra che fino all’ultima giornata ha lottato per tagliare il traguardo finale. I nostri ragazzi sabato hanno sfoderato una gara tutta grinta, carattere e qualità andando ad espugnare il “Bartolozzi” di Scandicci in uno scontro diretto tra due tra le formazioni inseguitrici della Sestese, la vittoria per 2-1 contro i blues ha permesso ai nostri di accorciare a due i punti di distacco dalla capolista, ora sarà importante continuare a spingere sull’accelleratore in attesa del big match a Sesto Fiorentino tra quindici giorni.

Giovanissimi A Elite : Una vittoria per 2-0 contro un ostico Capostrada per di più sul difficile campo degli orange pistoiesi corona l’inseguimento dei nostri ragazzi alla zona coppa Toscana che, dopo le incertezze di inizio campionato, rimane il primo obbiettivo della stagione. I nostri ragazzi hanno ormai recuperato morale ed equilibrio in campo dimostrando ormai di essere una squadra all’altezza delle aspettative di tutti come ampiamente dimostrato nelle ultime gare compresa quella pareggiata contro la capolista Sestese, gara che sicuramente meritava maggior fortuna per quanto visto in campo, da qui in avanti sarà importante dare continuità ai risultati e alle prestazioni senza cullarsi sugli allori anche perché la stagione è sempre lunga e difficile.

Giovanissimi B Provinciali : Come commentare questo campionato!!! I nostri ragazzi pur avversati da molti infortuni e dalle esigenze della squadra più grande stanno guidando il loro girone con disarmante semplicità. Troppo evidente il divario dei valori in campo con la maggior parte delle altre squadre, senza assolutamente voler essere ne presuntuosi ne arroganti, crediamo che la FIGC nelle sedi provinciali e regionali debba interrogarsi sulla possibilità di fare un operazione come a suo tempo è stata fatta con gli Allievi B ipotizzando la realizzazione di due/tre gironi di Giovanissimi B Elite con meccanismi di accesso basati ad esempio sulle classifiche meritocratiche degli Esordienti A della stagione precedente. Una riforma in tal senso di questo campionato riteniamo andrebbe ad assoluto vantaggio di tutti i ragazzi, non solo di quelli che giocano con noi, introducendo un maggior equilibrio nella competizione favorendo il percorso formativo di tutti questi giovani atleti.

A stretto contatto con il mondo Inter

Bella esperienza quella vissuta da tutto il nostro gruppo Esordienti domenica 24 Gennaio 2016. Guidata dal nostro responsabile tecnico dell’Attività di Base Roberto Romoli la comitiva amaranto è partita di prima mattina per raggiungere nel capoluogo lombardo il Centro Sportivo “Giacinto Facchetti” sede di tutta l’attività del Settore Giovanile nerazzurro. Nemmeno il tempo di scendere dal pullman che subito i nostri ragazzi si sono trovati catapultati in campo per una seduta tecnica con la supervisione dei tecnici del settore giovanile dell’Inter e subito dopo per una serie di mini gare contro le squadre della Liventina Gorghense, società Centro di Formazione Inter proveniente dal veneto. Un esperienza importante che ha permesso a tutti i nostri ragazzi di confrontarsi proficuamente con realtà di ottimo livello. Nel pomeriggio tutta la comitiva si è spostata allo Stadio “G.Meazza” per assistere, nella suggestiva cornice di uno degli stadi più importanti d’europa, alla gara di Serie A Inter- Carpi .

Andando in giro … sempre e solo Tau Calcio

Tra un torneo vinto in Liguria in quel di Lavagna con i Pulcini A, un successo in quel di Porcari con i Pulcini B, un successo a San Filippo sempre con i Pulcini B e le prestigiose prestazioni di Pulcini C e B nel Torneo organizzato dalla nostra Società e dal Centro Sportivo “Sandro Vignini” che ha visto la partecipazione di società come Fiorentina, Empoli, Spezia, Livorno, Prato e Pisa. E’ sempre un bel vedere con i nostri strepitosi piccoli atleti che portano in giro per i campi le loro qualità, la loro simpatia e tutto quanto di bello i nostri istruttori gli trasmettano.

Senza voler togliere niente agli altri oggi ci fa piacere evidenziare il gruppo Pulcini B gestito dal duo Lazzari Domenico e Ruggiero Andrea che sono andati a far man bassa al torneo di San Filippo contro San Filippo, Lucchese Junior, Atletico Lucca e che altrettanto hanno fatto quando hanno disputato il torneo di Porcari contro Borgo a Buggiano, Porcari e San Donato.

Un bel lavoro ragazzi il futuro del Tau è in buone mani anzi … in buoni piedi !!!

Galà … alla fine !!!

Arriva in una fredda serata di Gennaio la nostra prima vittoria al Torneo “Gran Galà Esordienti” – Memorial “Ariella Degl’Innocenti” la manifestazione a livello regionale organizzata dalla testata giornalistica Toscanagol-Atuttocampolive e riservata alla categoria Esordienti A. Nella splendida cornice dello Stadio “Mannucci” di Pontedera si è svolto ieri domenica 17 Gennaio 2016 l’ultimo atto della manifestazione con la disputa della finalissima contro i rossoneri del CGC Capezzano, una riedizione della sfortunata finale della passata stagione a San Giuliano Terme quando furono i versiliesi a conquistare il prestigioso trofeo. Questa volta invece sono stati i nostri ragazzi a interpretare in maniera impeccabile la gara, con la giusta determinazione, non rinunciando mai a giocare e in un crescendo quasi Rossiniano sono arrivati in fondo alla gara con il punteggio di 4-0 che toglie ogni dubbio sull’andamento dell’Incontro.

I ragazzi di Mr. Barsotti, un gruppo di ventidue splendidi giocatori, hanno contribuito a rendere evidente la grande crescita della nostra Società nelle fasce più piccole e hanno dato una grande gioia a tutti noi oltre ovviamente ad essersi regalati una notte magica che crediamo resterà un perenne ricordo nella loro carriera sportiva.

La grande soddisfazione è la consapevolezza che questo risultato ha le sue radici nel lavoro svolto da tutta la società a partire dal settore tecnico, al settore dirigenziale e logistico. Un risultato frutto di una programmazione lungimiramente e che ci auguriamo sia il primo di una lunga serie.

Il TAU CALCIO e la "bestia nera" chiamata GALA TOSCANA ESORDIENTI

Alla vigilia della finalissima di Pontedera parla il tecnico degli altopascesi Massimo Barsotti: "Spero che la mia squadra posso esprimersi coralmente e non risenta dell'emozione"

Classe 1972, calciatore professionista di buon livello (ha fatto tutta la trafila nelle giovanili della Lucchese, partecipando, come aggregato, ai ritiri pre-campionato con Lippi ed Orrico; poi ha giocato nella Rondinella, allenatore Braglia, in C2, quindi, nel Ponsacco, due stagioni a Cecina, sei anni a Castelnuovo, tre di Interregionale e tre di C2, poi negli ultimi della sua carriera da "regista" in mezzo al campo, ha militato nella Massese, nel Cuneo e nel Chiari), MASSIMO BARSOTTI da qualche anno ha iniziato la carriera da allenatore: da due stagioni è al Tau Calcio dopo alcuni anni alla giovanili della Lucchese. 

Alla vigilia della super finale di Pontedera contro il Cgc Capezzano del GALA TOSCANA ESORDIENTI, lo abbiamo intervistato per capire il suo stato d'animo e cosa si aspetta da questo ultimo atto.

E' la prima volta per lei che prende parte al GALA TOSCANA ESORDIENTI MCDONALD'S? Che gliene pare? Come ha visto il livello? "Il torneo ha raggiunto oggi livelli straordinari, difficile a mio giudizio fare meglio. Il torneo è di assoluto valore per il numero di quadre partecipanti, per la provenienza di queste e per gli impianti utilizzati. Immagino, visto il rapido svolgimento, la difficoltà a far funzionare una tale macchina organizzativa per cui sono doverosi i complimenti a tutto lo staff organizzativo di TOSCANAGOL."

Come giudica il cammino dei suoi, al di là dei risultati che non ammettono replica? Si attendeva maggiori difficoltà? "Abbiamo fatto molto bene, e questo lo dico a prescindere dai risultati. Ho piena consapevolezza del valore (alto) della mia squadra e, pur riconoscendone limiti “naturali” legati alla giovane età (in ragione della quale hanno un sacrosanto “diritto di sbagliare”), rivendico, a nome mio e dei miei collaboratori (Romoli, Guerri, Sturlini, Carnicelli, Mangiantini e Bolognesi) una crescita sul piano tecnico, della intensità, della concentrazione e, per larghi tratti delle partite, anche della fluidità della manovra. Temevo ed auspicavo maggiori difficoltà per una crescita individuale e collettiva."

Il GALA TOSCANA ESORDIENTI è diventato una sorta di "bestia nera" per il Tau Calcio Altopascio, società al top al livello giovanile, che non è mai riuscita a vincerto. Come state vivendo, anche in società, l'attesa della finalissima? "Impossibile dire che la società non abbia desiderio di vincere questo torneo ma di sicuro a noi non trasmette ansia. La dirigenza tutta, ed in particolare Pierluigi Serafini e Nicola Tempesti, ci sono stati molto vicini durante tutto il torneo. Inoltre, la società ci ha messo nelle migliori condizioni per poter fare bene dandoci, ad esempio, la possibilità di fare allenamenti anche durante le feste natalizie."

Per la prima volta, si assiste alla riedizione della finale dello scorso anno: con il gruppo 2002 a San Giuliano Terme (Pisa) vinse il Cgc Capezzano ai calci di rigore, "Il mio giudizio è limitato alla sola partita finale dello scorso anno. L’impressione che ne deriva è che lo scorso anno si sono affrontate due squadre più pronte sul piano fisico e della tattica collettiva; le squadre di questo anno invece, a mio giudizio, hanno più valori individuali e quindi prevedo più spettacolo e di conseguenza goal."

Le due squadre classe 2003 invece si sono già sfidate nella finale della MINICUP ESORDIENTI B nel Giugno 2015, un altro importante torneo, riservato agli Esordienti B, organizzato da TOSCANAGOL. Anche quel giorno in panchina c'erano Massimo Barsotti da una parte ed Elvira Pitanti. Cosa è cambiato da allora?"Rispetto allo scorso anno, le due squadre sono cresciute tanto. Su organici collaudati sono stati innestati giocatori di valore (certo, al Capezzano mancherà Bertolucci passato alla Fiorentina). Inoltre, i ragazzi hanno ormai acquisito la capacità per poter coprire efficacemente tutto il campo a 11. Quando lo scorso anno abbiamo giocato la finale della MINI CUP ESORDIENTI B; infatti i ragazzi venivano da un campionato invernale a 9 e da tornei a 7 o 9 e solo da poco avevano cominciato a giocare a 11."

Quali possono essere i punti di forza vostri per spuntarla e quali sono invece le maggiori abilità del Cgc Capezzano Pianore? "Entrambe le squadre hanno nel loro organico giocatori in grado di risolvere la partita da soli, tuttavia mi auguro, almeno da parte nostra, che non prevalga l’individualismo e che tutta la squadra possa coralmente esprimersi al meglio. Inoltre, in partite come queste, l’aspetto emotivo gioca un ruolo fondamentale."

Dando un giudizio complessivo sul torneo, quali sono le squadre ed i singoli che le sono piaciuti di più e perche? "A livello di squadre, in tutta onestà, fatte salve poche eccezioni, sono giunte ai quarti di finale le otto squadre accreditate alla vigilia e in finale le due squadre ad oggi più forti a livello provinciale e forse regionale. Sorpreso in positivo dal Forte dei Marmi e dal Santa Maria Empoli. E’ mancata forse la squadra che poteva “far saltare il banco”. Dei singoli preferisco non parlare."" 

Infine il tecnico del Tau chiede di "ringraziare tutti i 22 bimbi che compongono la rosa della mia squadra alcuni dei quali sono stati talvolta penalizzati dalle scelte tecniche."

fonte www.toscanagol.it